Intervista a Mauro Valenti

 
Pubblicato sul numero di dicembre 2017 del bollettino "Lazio in coro"
intervista di Camilla Di Lorenzo


- Quali sono le sue impressioni e il suo stato d'animo al termine della Rassegna Prime Esecuzioni? Cosa ha significato questa serata per l'Aureliano?
E’ stata per me e per l’Aureliano una serata di grande soddisfazione ed emozione.  Anzitutto ho apprezzato, al di là di ogni mia aspettativa, la professionalità e l’impegno con cui tutti i cori hanno preparato ed eseguito i brani selezionati dalla nostra commissione coordinata dal maestro Sciutto e  loro assegnati. Testimonianza della passione dei loro direttori per un lavoro, spesso difficile, che si costruisce con fatica giorno dopo giorno. Poi ho ritrovato, e in qualche caso conosciuto, un gruppo di compositori che hanno espresso con entusiasmo lusinghieri commenti per la qualità della manifestazione. Ma soprattutto è stata un’occasione di incontro con tanti amici e persone che hanno lavorato in passato con mia Mamma e che hanno, con la loro partecipazione, espresso una adesione ai valori ispiratori ed alla qualità del lavoro cui mia Mamma tanto teneva e che oggi con l’Aureliano vorremmo portare avanti.
 
- Come nacque, a suo tempo, l'idea di questo concorso per compositori? Quali furono i desideri e gli obiettivi alla base di questa iniziativa e quanto si sono mantenuti tali nel corso degli anni?
Il concorso Prime Esecuzioni fu ideato nel 2000 e condotto per dieci anni con l’obiettivo da un lato di sensibilizzare i giovani compositori alla composizione destinata all’esecuzione da parte di cori di bambini e di cori giovanili e dall’altro quello di avvicinare questi ultimi al linguaggio musicale contemporaneo e a promuovere la stretta collaborazione tra direttore e compositore per una concreta crescita musicale del coro stesso.
Oggi l’edizione 2018, che riprendiamo dopo sette anni di sosta, si rivolge ai giovani compositori aggiungendo questo elemento proprio con l’intento di diffondere ad una platea futura e più vasta le finalità del concorso medesimo.
  
- Progetti futuri?
Il difficile viene adesso. L’Aureliano ha molti progetti e si muoverà nelle direzioni che con il suo consiglio direttivo abbiamo identificato: concerti e musica di qualità per la CorAle Femminile, ricostituzione di un coro di voci bianche, concorso Prime Esecuzioni 2018, organizzazione di Master Class,……  abbiamo molte idee e cercheremo di portarle avanti.